Focus – Alla scoperta della pelle scamosciata

Di cosa parliamo?

“Scamosciata” è un termine che rimanda facilmente al camoscio. In realtà la pelle scamosciata deriva da una lunga lavorazione ottenuta da pelli di bovino e/o ovino.
Si tratta di una lavorazione interna della pelle che viene conciata, smerigliata e levigata. Grazie a questi passaggi si ottiene una pelle molto più morbida e caratteristicamente vellutata al tatto inoltre ha un peso specifico più basso perchè sono più sottili delle pelli tradizionali. Data la loro leggerezza, queste pelli non sono utilizzate solo per le borse, ma anche per la realizzazione di vestiti primaverili ed estivi nell’alta moda.

Solitamente vengono utilizzate pelli che presentano difetti nelle parti interne o imperfezioni. La parte interna è più resistente quindi la fase di conciatura e smerigliatura, ridurrà a zero questi difetti.

Nonostante i pregi, questa pelle ha anche dei difetti: sono più delicate e sono vulnerabili all’acqua e alle macchie, rispetto ad altre pelli. Buon uso è spazzolare i prodotti in pelle scamosciata con un’apposita spazzola in gomma o con lo spary impermeabilizzante per renderli più lucidi.
Una semplice gomma da cancellare aiuterà a smacchiare la pelle, in casi più estremi, si consiglia di utilizzare gocce di aceto o di latte utilizzando un panno.

N.B. per questo passaggio si consiglia di fare un test su una piccoloa parte della borsa onde evitare ulteriori danni.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.